IDEE
E FATTI
DI

            











 



 




di Tino Bedin
C'è Libertas
  nello
  scudo crociato
  dei Comuni

Il popolarismo sturziano contro la frammentazione della comunità
L'attualità di una proposta dentro
una storia che è ancora interrotta

Fin dove resta valida oggi la concezione del popolarismo sturziano?
Nel dicembre 1942, durante l'esilio statunitense, in un articolo pubblicato su Il Mondo di New York, Sturzo scriveva: "La storia non si ripete; l'esperienza del Partito polare italiano fu unica: esso fu creato dopo la prima guerra mondiale come il contributo dei cattolici al nuovo ordine, democratico e pacifico, che doveva seguirne. Ma esso fu anche il compimento integrale della vita nazionale dopo che i cattolici (…) ne erano assenti dal 1870 in poi". Si trattava, da parte di Sturzo, della constatazione della irripetibilità di quell'esperienza.
Non è stato così. Gli elettori, i dirigenti, le politiche che per mezzo secolo hanno espresso la Democrazia Cristiana fanno parte di una esperienza sociale, culturale, politica e religiosa iniziata proprio il 18 gennaio 1919. Non è così neppure oggi: in questi mesi migliaia di persone e decine di associazioni di ispirazione cristiana, proprio nella sintesi operata un secolo fa da Don Luigi Sturzo, cercano gli strumenti per ridurre la frammentazione della comunità italiana: frammentazione che non caratterizza tanto i cattolici, quanto la società nel suo insieme.
Se però dal Partito Popolare passiamo a Don Luigi Sturzo, è forte la sensazione che la storia sia ancora interrotta.

Nell'urbanistica
  dell'incontro
  piazze e ospedali
  da campo

Un partito
di cattolici
per la libertà
di tutti gli italiani

Giuseppe Toniolo:
guida per l'impegno
sociale e politico
dei cattolici

Un prete
che frequenta
il popolo a Roma
e in Sicilia

L'accusa
del tessuto
produttivo veneto:
"Paese in stallo"

diario
Ecumenismo
Con la bandiera
europea
su un unico altare

rassegna stampa


Stati Uniti
A sorpresa
Trump preoccupato
per le vittime

il libro dei lettori


Redazione
Euganeo.it
Aggiornamento
17 agosto 2019
Scrivi a
Tino Bedin
Città e paesi della provincia di Padova in Parlamento Europei in Politica Tino Bedin