IDEE
E FATTI
DI

            











 



 




di Tino Bedin
Senza i sogni
  collettivi
  (e i giovani)
  tornano le guerre

L'eredità universale
ai diciottenni per ripartire anche con loro

Le Destre hanno preferito discutere delle successioni milionarie

Un'eredità universale ai giovani: è la proposta di Enrico Letta con la costituzione di una "dote per i diciottenni italiani", di cui un contenuto politico è la redistribuzione del reddito che è uno dei pilastri della democrazia realizzata.
Proprio ora è importante la proposta del Partito Democratico; è proprio ora che con fondate speranze l'Italia (assieme al resto del pianeta) prova ad uscire dalla pandemia; è proprio ora che c'è spazio per le cose nuove; è proprio ora che l'Europa sta ridisegnando se stessa per i prossimi anni. Quindi è questa l'ora dei giovani.
Con "dote18" il PD vuole assegnare una dote di 10 mila euro a chi compie 18 anni e potrà avere, anche quando i genitori non possono aiutarli, un'opportunità di formazione, l'impegno in attività economiche, la possibilità di andare via di casa, con l'accesso ai mutui-abitazione anche per chi non ha genitori in grado di fornire garanzie. "Il mio sogno è trattenere i ragazzi italiani in Italia, senza però farli restare in casa con mamma e papà fino a trent'anni", argomenta Enrico Letta.

Don Livio Destro:
  una sua citazione
  a quattro anni
  dalla morte

Formazione civica:
il Pd padovano
prepara i nuovi
consiglieri comunali

Dino Scantamburlo:
in un nuovo libro
sette storie
di paura e speranza

L'Europa
detta gli obiettivi
della
produzione biologica

Pratiche sleali
nella filiera agricola
e alimentare:
lo stop è vicino

diario
Disponibilità
Il profugato afghano
coordinato
dai sindaci veneti

rassegna stampa


Papa Francesco
Il servizio sanitario
resti
accessibile a tutti

il libro dei lettori


Redazione
Euganeo.it
Aggiornamento
17 settembre 2021
Scrivi a
Tino Bedin
Città e paesi della provincia di Padova in Parlamento Europei in Politica Tino Bedin