IDEE
E FATTI
DI

            











 



 




di Tino Bedin
Giovanni Paolo I
  il Papa pastore
  vissuto
  nel gregge

Il clericalismo si serve
della reverenza
per creare sudditanza

Assieme all'abuso di potere e al malinteso senso di appartenenza

Rendere evidente la connessione tra clericalismo e potere è una costante nella catechesi di Papa Francesco: è questa connessione, infatti, la parte più maligna della perversione nella Chiesa perché rende grottesco l'annuncio evangelico. Per questo, - ha commentato recentemente padre Antonio Spadaro, direttore di Civiltà Cattolica, "il discorso di Francesco - non vuole rassicurare: vuole allarmare per guarire".
Padre Spadaro commenta così il messaggio di Papa Francesco all'assemblea annuale delle Pontificie Opere Missionarie. È un discorso complesso, a tratti spigoloso, pur prendendo le mosse dalla speranza della festa dell'Ascensione, giorno in cui è datato il messaggio. Un capitolo del messaggio è intitolato "Le insidie da evitare". Vi si esaminano alcune "insidie e patologie incombenti" sul cammino di molte istituzioni ecclesiali. Tornano le insidie tipiche del clericalismo, ma la loro descrizione è ancora più ampia e riguarda direttamente anche i laici organizzati, ad esempio quando parla di "elitarismo" e di "isolamento dal popolo".

La "spremitura"
  della Terra
  e dei suoi abitanti
  è incurabile?

Nessuno
è stato
battezzato prete
né vescovo

Lutto a Padova:
Claudio Sinigaglia,
le istituzioni fraterne
e amichevoli

Tre miliardi in più
per l'assegno unico:
per ogni figlio
200 euro al mese

Si può uscire
dall'incubo Covid
solo
se lo si combatte

diario
"Tendi la mano"
La quarta
Giornata mondiale
dei Poveri

rassegna stampa


Veneto e Covid
La vecchiaia non può
restare
questione individuale

il libro dei lettori


Redazione
Euganeo.it
Aggiornamento
18 novembre 2020
Scrivi a
Tino Bedin
Città e paesi della provincia di Padova in Parlamento Europei in Politica Tino Bedin